Gilberto: “Empatia Suite” in streaming e download dall’11 novembre

Dopo l’esperienza di Gilberto nell’Egosistema per Slow Wave Sleep, Gilberto (al secolo Gilberto Ongaro) prosegue il suo percorso in solitaria e lo fa con un esperimento particolare ma, al contempo, estremamente significativo e legato alla più stretta realtà attuale.

L’11 novembre, infatti, uscirà con AR Recordings Empatia Suite, grande e complessa prova sonora orchestrale presentata in un unico blocco ma suddivisa in sette movimenti attraverso i quali il cantautore veneto, già tastierista proprio per Slow Wave Sleep e artefice del precedente progetto Saffir Garland, riprende vita nelle vesti di compositore contemporaneo.

«Questa melodia solenne – spiega Gilberto – era nei miei pensieri dal 2002 ma non si sviluppava mai. Ora ha una forma completa e un significato profondo. Mi preoccupa l’assenza di empatia che viviamo in questi anni, da ben prima della pandemia. Eravamo già mentalmente isolati, completamente incapaci di metterci nei panni degli altri. Parlo anche di me stesso, non mi sento migliore di nessuno, anzi. Ma credo sia una preoccupazione condivisa, anche se siamo tutti abituati a comportarci da misantropi-poser. Questo mio settimo lavoro, tra l’altro, è il primo con un lieto fine. Ho sempre fatto finire male i miei dischi, con rabbia, malinconia o ansia. Stavolta voglio concludere le danze con una speranza musicale. Ne abbiamo tutti bisogno, anche se alla speranza si arriva tramite un percorso inquietante e, spero, emotivamente forte per chi vorrà immergersi tra le sue viscere per 18 minuti».

Gilberto
Empatia Suite
(18:24)
Marmo-Strapiombo-Empatia
Etica-Chiacchiere-Droste
Bagliore

Gilberto Ongaro – tastiere, voce;
Salvatore Squillaci – corno francese;
Sabrina Contiero – violino;
Mezuru Takahashi – tromba, voce;
Stefano Sadè – flauto traverso;
Marco Bianchi – marimba, voce;
Patrik Roncolato – chitarre, voce;
MIPS The Rabbit – tecnico del suono, basso;
Cecè Tripodo, Emilio Larocca Conte, Erika Skorza, Maria Devigili, Laura Presazzi, Alice Sabbadin, Valentina Gallini, Linda Nordio, Teo Ho, Andrea Lorenzoni, i Dissociative TV, Antonio Ferrari – voci.

Registrato presso Slow Records.

Gilberto Ongaro è musicologo, cantautore e tastierista di Abano Terme, classe ’87. Scrive musica dal 2001 e fa concerti dal 2007. Dopo due anni in una band di amici (The Apples), nasce il trio di pop demenziale Liberascelta (2009-2011), che incide un album nel 2011. Per non restare ingabbiato nei cliché umoristici, il progetto diventa Saffir Garland (2012-2018), iniziando con una parentesi ambient elettronica strumentale. Ben presto torna la necessità di cantare e così, mischiando quel desiderio alla voglia di sperimentare musicalmente e scrivere testi pungenti e socialmente impegnati e mai insensati, nasce la definizione di “prog satirico” dalla quale emergono tre lavori in un crescendo di maturità. La band cambia formazione più volte. Esaurita anche questa vena, dal 2019 Gilberto si esibisce solista, voce e tastiera e presentandosi col proprio nome, dichiarando di fare “pop innocuo”. Nei testi c’è sempre ironia al vetriolo, ma le canzoni sono più lineari né orecchiabili, così Gilberto programma tre album in questa direzione. Il primo esce nell’anno peggiore per essere leggeri, il 2020. Arriva la pandemia e influenza le scelte artistiche di Gilberto, che sceglie di dare precedenza a quelle più ambiziose e significative, tralasciando i compromessi “furbi”. Così mette da parte il pop innocuo e tira fuori due sogni nel cassetto, mettendo alla prova le proprie doti di compositore. L’11 novembre 2021 uscirà il primo dei due, Empatia Suite, suite per 9 strumenti, classici ed elettrici. Il secondo sogno è ancora più grande, ma necessita della dimensione dal vivo: ha concluso la scrittura di un’opera rock, da lui definita “farsagedia”, sul Sacco di Roma del 1527. Scritto per 8 personaggi: tre lirici (soprano, tenore, basso), tre voci leggere, un rapper e un cantante growl/scream. Attualmente, Gilberto è impegnato con i cantanti e gli attori per realizzare questo spettacolo in teatro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: