“Spiro nell’Ecosistema”: il nuovo album di Slow Wave Sleep in CD e digitale

spiro-nell_ecosistema-front

È uscito oggi Spiro nell’Ecosistema, il nuovo album di Slow Wave Sleep.

L’album è disponibile su tutte le principali piattaforme digitali e in formato CD QUI.

Guarda il video del primo singolo Fiore di loto e il video interattivo del secondo singolo Garuda.

Spiro nell’Ecosistema è l’ottavo capitolo della saga di Rèfles, un personaggio fittizio e molto strano che fa da filo conduttore a tutte le vicende narrate nei dischi di Slow Wave Sleep.

Réfles è l’incarnazione delle emozioni umane represse, composto da plasma nero che, nel tempo, ha acquisito una propria coscienza e vive in un’altra dimensione insieme ad altri Archetipi. Riesce a comunicare con gli esseri umani solo attraverso i sogni e l’Arte.

Nell’episodio narrato in Spiro nell’Ecosistema, la Corte Suprema degli Archetipi condanna Rèfles a reclusione, come misura precauzionale per i troppi poteri acquisiti. Ma un suo frammento riesce ad arrivare sulla Terra: ha la forma di un fulmine e colpisce Spiro, un pescatore solitario del fiume Reno. Così Rèfles si impossessa del suo corpo e, vagando per il bosco, incontra altri esseri umani a cui racconta la sua storia. Vuole convincerli a seguirlo. Lo scopo: iniettare un po’ di plasma in ogni individuo per dissolvere l’impero degli Archetipi.

Spiro appare selvaggio, rude, incapace di relazionarsi con gli altri perché acerbo, ma consapevole di dover integrarsi e conquistare la sfera pubblica per poter raggiungere l’obiettivo. È riconoscibile da tre strisce nere marcate sul volto, fatte della stessa materia del suo inquilino Rèfles. Entra subito sulle tracce di umani, e riesce a trovare due ragazzi e una ragazza. Restituisce loro le emozioni represse durante il sonno, ma questi notano il cambiamento e scappano via da lui.

In seguito scoprono il suo segreto: metà del suo corpo possiede sangue nero, l’altra metà normale. Spiro/Rèfles utilizza questo sangue per restituire alle persone le emozioni represse, mordendosi la mano sinistra e dipingendo tre strisce in volto con quel sangue. Da questo momento inizia un inseguimento: Spiro/Rèfles vuole assolutamente evitare che la sua identità venga scoperta e giudicata negativa, ma ha bisogno di complici per portare a termine il suo compito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: